Vestizione salma, tanatoprassi e tanatoestetica

Approfondimenti

Quando una persona cara viene a mancare sono molte le questioni pratiche da dover trattare in un momento emotivamente così doloroso e intenso.

Per questo, l’ideale è rivolgersi a un’agenzia funebre che possa sbrigare ogni pratica per conto del cliente e dedicarsi anche alla difficile fase della vestizione della salma, che deve essere eseguita dal personale qualificato poiché può rivelarsi più ostica e complicata del previsto, richiedendo una preparazione adeguata.

Viene infatti richiesta una competenza specifica nella conoscenza delle reazioni fisiologiche del corpo umano dopo la morte, oltre che una considerevole forza fisica e una certa dimestichezza con le pratiche di tanatoprassi e tanatoestetica.

Scoprite i nostri servizi

Ci occupiamo di onoranze funebri a Milano e operiamo con la massima trasparenza e disponibilità. Contattateci per conoscere i nostri servizi CHIAMACI

Vestizione e preparazione della salma: in cosa consiste

Quando si ha la necessità di preparare un defunto, soprattutto se è venuto a mancare in casa e non era presente personale esperto nelle ore immediatamente successive alla dipartita, il primo passo da compiere è pensare alla sua igiene e alla pulizia del corpo.

Questo procedimento serve sia ad eliminare tracce di sporcizia superficiale dalla pelle, sia a impedire che il rilassamento dei muscoli porti a una fuoriuscita di liquidi dall’odore sgradevole.

Nel caso in cui il defunto abbia trascorso l’ultimo periodo con l’ausilio di flebo e macchinari di vario genere, è opportuno che questi vengano rimossi con delicatezza così da non danneggiare il corpo, conoscendo alla perfezione la reazione della pelle in questa fase e trattandola con cura per non farla lacerare.

Una volta eseguito questo primo trattamento di base, è giunto il momento di vestire la salma, cercando di aggirare il rigor mortis che tende a comparire dopo alcune ore e rende il defunto rigido e difficile da muovere nella sua posizione.

Il suggerimento è di scegliere vestiti che siano adeguati alla situazione ma anche semplici da inserire ed elastici, così che lo staff possa portare a termine il suo lavoro senza problemi.
Un’agenzia competente saprà compiere questa operazione in pochi minuti, passando poi alla fase del trucco della salma detta anche tanatoestetica.

A maggior ragione se la morte è avvenuta per una causa violenta o per patologie che possono rendere il viso poco riconoscibile, è buona norma di un’abile servizio di pompe funebri utilizzare tutti i mezzi a propria disposizione per rendere la salma più gradevole alla vista e quindi meno dolorosa la situazione per i cari che decidono di farle visita per un ultimo saluto.

Grazie al fondotinta e al blush, scelti tra prodotti appositi e coprenti, è possibile eliminare parte del pallore tipico del decesso, eventuali lividi o ematomi che sono sopraggiunti alla fine, donando un aspetto roseo che mostra la persona quasi come era mentre si trovava in vita.

In Italia la legge è molto stringente sui trattamenti di tanatoprassi; l’utilizzo di sostanze che permetterebbero una conservazione del corpo più lunga di quella naturale è quasi impraticabile. Ciò che quindi in altri paesi europei, quali ad esempio la Spagna o la Francia, permette di posticipare il funerale o di conservare il corpo anche a condizioni climatiche non ottimali è quasi impraticabile in Italia. La legge italiana che regola i trattamenti di tanatoprassi e le figure professionali ad esso connesse dovrebbero essere ripensata per andare incontro alle esigenze dei dolenti che potrebbero avere più tempo per organizzare il funerale e per raccogliersi attorno al corpo del proprio caro scomparso.

Cosa sono tanatoprassi e tanatoestetica

La tanatoprassi è una procedura molto antica che prevede il trattamento del corpo con fluidi appositi per conservare al meglio i tessuto e rendere il processo di decomposizione molto più lento anche in condizioni non propriamente ottimali.

Si tratta di una procedura diversa dalla vera e propria imbalsamazione, che ha una durata molto più lunga nel tempo e permette al defunto di rimanere inalterato nell’aspetto.
In questo caso si parla solo di rimandare di qualche giorno il deterioramento, in modo che sia possibile esibire la salma a coloro che desiderano omaggiarla di un ultimo saluto o rimandare il funerale per cause di forza maggiore che sono sopraggiunte.

Per tanatoestetica si intende invece tutta quella serie di procedimenti che rendono meno traumatica la visuale del defunto alle persone rimaste in vita, soprattutto se la sua dipartita è avvenuta a seguito di una malattia cardiocircolatoria, che determina spesso un rossore diffuso sul volto e un gonfiore innaturale.
Inoltre, se il decesso di è verificato per un incidente, è opportuno curare la salma con maggiore attenzione affinché possano sparire eventuali ferite e lividi che renderebbero la situazione più triste e dolorosa.
Per mettere in atto la procedura è necessario utilizzare appositi trucchi e strumenti di makeup, come un fondotinta coprente o un blush per simulare un colorito vitale.

Questo può essere usato solo sul volto o anche tu tutto il corpo, nel caso in cui i vestiti scelti non coprano del tutto gli arti oppure ci siano delle aree che si necessita di celare con mezzi di questo genere.

A chi rivolgersi per le operazioni di vestizione della salma, tanatoprassi e tanatoestetica

Se hai subito una perdita e non sai a chi rivolgerti per la vestizione della salma e per tutte le operazioni che riguardano la tanatoprassi e la tanatoestetica, sul territorio di Milano troverai l’Agenzia Nebulonghi, che opera sul territorio da tempo e si prende carico di ogni tua esigenza, togliendo l’onere di parte dell’organizzazione del funerale in un momento così delicato.

Si compone di un team di esperti che svolgerà ogni operazione in modo rapido e preciso.
Il suggerimento è quello di affidare ogni pratica di questo genere al personale specializzato, che conosce perfettamente il comportamento del corpo umano in questa condizione e riesce a preparare la salma in maniera dignitosa così che possa essere salutata da tutte le persone care nella camera ardente o in qualsiasi luogo allestito per la sua commemorazione.

Potrete dare indicazioni sull’abbigliamento da utilizzare e sul tipo di effetto che desiderate per il defunto, lasciando poi l’operazione nelle mani di persone che svolgono quotidianamente questo lavoro con rispetto e dedizione, utilizzando solo validi prodotti che garantiscono un risultato adeguato.