I cimiteri di Milano: la storia e i servizi offerti

Share
Famedio nel Cimitero Monumentale di Milano

In caso di decesso, i cittadini residenti a Milano (o quelli non nati/residenti nel milanese, ma ivi deceduti) trovano sepoltura all’interno dei cimiteri della città, salvo diversa disposizione dei parenti.

La sepoltura del defunto può avvenire tramite inumazione (ovvero collocazione del feretro nel campo cimiteriale), tramite tumulazione della salma o delle ceneri in colombaro o nella tomba di famiglia, o nelle altre modalità consentite dalla Legge.

Il cimitero in cui avrà luogo la sepoltura può essere scelto tra tutti quelli presenti nel territorio milanese, a condizione che la struttura scelta abbia disponibilità di spazi e sia in grado di garantire i servizi richiesti dai parenti del caro estinto.

I cimiteri di Milano: storia e importanza culturale

Nella città di Milano sono presenti numerosi cimiteri, che è possibile visitare ed a cui ci si può rivolgere in caso di necessità. Alcuni di essi, in particolare, assumono un elevato valore storico, culturale e artistico, per il pregio dei monumenti ospitati e l’importanza delle personalità ivi sepolte.

Rientra senza dubbio in questa categoria il Cimitero Monumentale di Milano, risalente al 1866 e situato nei pressi del centro della città. Il Monumentale si distingue per la presenza di sculture, tombe e monumenti funerari di grande rilievo artistico e storico, che ne fanno un vero e proprio museo a cielo aperto. Degna di nota è la presenza del Famedio, costruzione in stile neogotico posta all’ingresso del cimitero e appositamente adibita alle sepolture delle personalità milanesi, tra cui figurano anche Alessandro Manzoni, Carlo Cattaneo e Salvatore Quasimodo.

Tra i principali cimiteri di Milano vi è altresì il Cimitero Maggiore (o Cimitero di Musocco), che si trova nella zona nord-occidentale del capoluogo lombardo e che detiene il primato di più grande cimitero della città. I lavori per la sua realizzazione ebbero luogo a partire dal 1886 nel quartiere del Garegnano, allora frazione del comune di Musocco (da cui deriva il secondo nome con cui è noto il cimitero). Obiettivo del progetto era quello di affiancare al Cimitero Monumentale (ai tempi esistente e in funzione) una struttura altrettanto grande e attrezzata, in grado di rispondere alle necessità crescenti di una città in forte espansione. Il Cimitero Maggiore fu inaugurato ufficialmente il 26 dicembre del 1895, con la benedizione del Cardinale Andrea Carlo Ferrari.

Tra i più importanti complessi monumentali presenti nella città assume particolare valore il Tempio della Vittoria (noto anche come Sacrario dei Caduti Milanesi), situato nei pressi della Basilica di Sant’Ambrogio. E’ dedicato alla memoria dei milanesi caduti in guerra: al suo interno sono ospitati i resti dei cittadini che hanno trovato la morte durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale.

In prossimità del Cimitero di Greco, situato nell’omonimo quartiere della città, si trova la Cripta di Gorla, monumento degno di menzione per la sua rilevanza storica e culturale. In esso vi sono sepolti i bambini e gli insegnanti deceduti sotto le macerie della scuola elementare distrutta per errore da un bombardamento alleato nel 1944.

Nella zona nord-est di Milano si può visitare il Cimitero di Lambrate, unica struttura presente in città provvista di polo crematorio. Il cimitero si caratterizza anche per il fatto di ospitare un ‘Giardino del Ricordo’, area verde di circa 450 metri quadrati adibita alla dispersione delle ceneri dei cremati.

Nel territorio di Milano si trovano poi i Cimiteri di Baggio, Muggiano, Bruzzano e Chiaravalle, regolarmente operativi ed in grado di offrire tutti i servizi necessari per le operazioni di sepoltura.

L’elenco completo dei cimiteri e monumenti funebri di Milano, con indirizzi, orari di apertura e altre informazioni utili, è disponibile nella pagina del sito del Comune di Milano dedicata ai cimiteri comunali .

Servizi, infrastrutture e regole dei cimiteri milanesi

Tutti i cimiteri di Milano offrono i servizi essenziali per rendere possibili le diverse tipologie di sepoltura e per garantire l’accesso da parte dei visitatori. Possono essere tuttavia presenti alcune differenze in merito alle infrastrutture disponibili e alle regole per l’utilizzo dei servizi, delle quali è bene informarsi preventivamente. Alcuni degli elementi che distinguono le varie strutture cimiteriali sono descritti di seguito, ma per maggiori approfondimenti si invita a consultare la pagina del Comune di Milano menzionata al paragrafo precedente.

In tutte le strutture (tranne che nel cimitero di Muggiano) è presente una chiesa di religione cattolica. Presso il Cimitero Maggiore, il Cimitero Monumentale, il Cimitero di Lambrate e quello di Bruzzano è possibile trovare anche dei luoghi di culto israelitico e islamico.

Per conoscere l’ubicazione di una sepoltura all’interno dei cimiteri, i visitatori possono servirsi delle apposite colonnine tematiche poste all’ingresso di ogni struttura (ad eccezione del Cimitero Monumentale e del Cimitero di Muggiano). In alternativa, si può contattare il servizio messo a disposizione dal Comune al numero di telefono 020202 e formulare la propria richiesta, fornendo alcuni dati di base relativi al defunto (nome e cognome e, possibilmente, anno o data di morte).  Una terza soluzione è rappresentata dall’uso dell’app ‘Not 2 4get’ sviluppata dai servizi civici del Comune di Milano e disponibile gratuitamente per dispositivi IOS e Android, che consente di conoscere la posizione di una sepoltura e di ottenere informazioni aggiuntive quali ubicazione della tomba e mappa del cimitero.

Tutti i cimiteri cittadini sono provvisti di ausili e carrozzelle per i portatori di handicap, che possono essere richiesti rivolgendosi direttamente alla portineria della struttura.

Nei cimiteri milanesi vige l’obbligo di osservare un comportamento decoroso, adottando le dovute cautele per non imbrattare gli spazi cimiteriali e arrecare disturbo ai visitatori.  A questo proposito, il visitatore non deve adottare comportamenti che possano causare danno alle strutture o agli spazi comuni, che siano causa di disturbo per gli altri visitatori e, in generale, che siano sanzionate sulla base alle norme normalmente in vigore sul territorio comunale. All’ingresso del cimitero è in ogni caso sempre esposto il Regolamento Comunale, che elenca nel dettaglio i comportamenti vietati e le norme che regolano l’uso dei servizi cimiteriali.

Lascia un commento


*